Questa bibita, che secondo i dati forniti dall’azienda produttrice (The Coca-Cola Company) ha riscosso un enorme successo rispetto alla maggior parte delle innovazioni che la Coca Cola ha cercato di introdurre recentemente, è al momento il fiore all’occhiello della multinazionale, poiché non appena è stata messa in vendita ha ricevuto subito l’approvazione dei consumatori, dato che si tratta di un prodotto senza calorie dal sapore molto simile alla coca cola tradizionale (che contiene zucchero).

Coca-Cola Zero è distribuita in cinque versioni: in lattina in alluminio da 330 ml, in bottiglia di vetro da 330 mL e in bottiglia di plastica da 450 mL, 600 mL 1000 ml 1350 mL e 1500 mL. Il suo soprannome, Zero, deriva dal fatto che è priva di zucchero e invece usa dolcificanti artificiali in alternativa allo zucchero.

Gli ingredienti sono 10

A parte l’acqua e la caffeina, che troviamo ad inizio e fine lista ingredienti, qualcuno davvero pensa che tutte le altre sostanze contenute in questo prodotto siano innocue per la salute e senza nessun effetto nocivo per l’organismo?

Ma davvero possiamo pensare ciò, adesso che scorriamo la lista davanti ai nostri occhi?

La verità invece è che la pubblicità e la TV ci hanno messo in testa soltanto il fatto che questa bevanda non contiene zucchero e non ha calorie, dando ad intendere perciò che si tratta di un prodotto accettabile dal punto di vista alimentare e che non comporta rischi per il sovrappeso, e quindi si possa bere in tutta tranquillità.

Non è forse così? Quanti di voi conoscevano questi altri 8 ingredienti della Coca Zero?

Il Benzoato di sodio (conservante)

Si tratta di un conservante, era presente negli ingredienti della Coca Zero fino a qualche tempo fa, poi è stato eliminato in quanto questa sostanza è oggi considerata dalla Autorità Europea per la sicurezza alimentare (EFSA) una sostanza che rende i bambini iperattivi, assieme ad alcuni coloranti particolari. Si veda: https://www.efsa.europa.eu/it/press/news/070906  Il benzoato di sodio è comunque presente in diversi alimenti in vendita oggi nei supermercati, proprio perchè essendo un conservante l’industria lo impiega spesso in molti prodotti confezionati e pronti. Per un approfondimento sul benzoato di sodio rimandiamo al nostro corso di spesa consapevole Food Shop Assistant

Alcuni ingredienti della bevanda possono essere cancerogeni: aspartame e ciclamato di sodio

Mettiamola così: tutte queste sostanze (esclusa acqua e caffeina) sono legali, è vero, e sono autorizzate per un consumo alimentare entro certi limiti (ma anche il fumo di sigaretta è legale ed è nocivo, e molte altre sostanze nocive sono legali…). Tuttavia sono tutte sostanze quantomeno problematiche da un punto di vista di salute. Infatti hanno dietro numerosi studi scientifici che hanno dimostrato la loro nocività nel corpo umano. Si tratta infatti di conservanti, coloranti, e di ben 3 dolcificanti artificiali, persino cancerogeni, come l’aspartame, o come il ciclamato di sodio.

Il ciclamato di sodio (dolcificante artificiale)

Il ciclamato di sodio è stato accertato essere cancerogeno, in base ad alcuni studi sui ratti. Altri studi, effettuati successivamente, tendono a dimostrare che questa cancerogenicità è specifica per il ratto, poiché questa specie animale metabolizza il ciclamato in modo diverso da come fa l’uomo. Benché la questione sia controversa, alcuni paesi, tra cui gli USA e il Regno Unito, hanno vietato l’uso alimentare del ciclamato. In Europa l’uso è consentito con restrizioni ed esclusioni. La IARC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) lo ha classificato nel gruppo 3 cioè tra quelle sostanze che ad oggi non hanno dato prova di cancerogenicità certa sull’uomo, ma solo sugli animali. Stimola la produzione di insulina.

Le solfatasi batteriche, un gruppo di enzimi prodotti dalla flora batterica residente del colon, possono convertire il dolcificante ciclamato in cicloesilammina, un agente cancerogeno della vescica e che porta anche ad atrofia testicolare.

Il colorante caramello (E150d) 

è una sostanza artificiale e sospettata di essere cancerogena a seguito di diversi studi fatti sia in America che in Europa, ne abbiamo parlato specificamente in questo nostro post, proprio in relazione alla coca cola: https://www.facebook.com/ciboserio/photos/a.361931320846935/977596845947043/

Si tratta per certo di uno di quegli additivi usato solo per colorare una bevanda o un alimento (come l’aceto balsamico di scarsa qualità) senza alcun altro scopo. La coca cola senza il colorante avrebbe un colore di acqua sporca poco attraente per il consumatore.

Ecco che riveste allora molta importanza sapere cosa immettiamo dentro il nostro corpo. Almeno conoscere per poter scegliere poi liberamente di continuare a bere o non bere simili intrugli chimici! La conoscenza ci rende liberi di fare o non fare qualcosa anche su un piano alimentare, c’è sempre la possibilità di trovare alternative per ogni tipo di alimento o bevanda. Invece la “finta conoscenza” che ci viene somministrata dalla TV e dal mondo delle industrie alimentari non ci aiuta affatto a fare delle scelte alimentari consapevoli e volontarie.

I 3 tipi di coca-cola a confronto per quanto riguarda calorie e dolcificanti

Gli aromi della bevanda

gli aromi contenuti in questa bevanda, la più amata e bevuta al mondo, sono in realtà il mix di una ricetta top secret e non vengono dichiarati dalla azienda produttrice, ma vari studiosi hanno studiato questi aromi in laboratorio e la loro composizione, per cui si riesce a capire cosa c’è dentro il mix di aromi, in realtà. Nel libro Cibo Serio, pubblicato nel Febbraio 2016, abbiamo affrontato la questione di questi aromi e della coca-cola in generale, svelando un dettaglio piuttosto stupefacente riguardo a queste sostanze.

Basta inganni con “Food Shop Assistant” di Cibo Serio

Per tutelare al meglio la tua salute puoi imparare ad acquistare cibi più sani di quelli che ti propone la pubblicità e il marketing ingannevole dell’industria alimentare. Ricorda bene: l’industria adotta il marketing ingannevole per aumentare il proprio profitto e le vendite commerciali

👉👉👉 BASTA con gli inganni, fai un regalo alla tua salute: iscriviti al nostro Corso di Educazione Alimentare FOOD SHOP ASSISTANT, grazie al quale imparerai a fare una spesa più consapevole e a scegliere veramente il cibo che acquisti, evitando tutti i prodotti poco salutari, troppo lavorati industrialmente e ingannevoli 😉

➡️ https://ciboserio.it/food-shop-assistant/

🔵✅ SCOPRI SUBITO TUTTI I CIBI DI QUALITA’ CONSIGLIATI DA CIBO SERIO nel corso completo di Educazione alimentare e spesa consapevole Food Shop Assistant
👉👉 FOOD SHOP ASSISTANT
Seguici nei Social
Facebook
Website
Email
Instagram