Etichette alimentari ingannevoli: brioche integrali al supermercato!

Spesso i cibi confezionati preparati dall’industria alimentare adottano un marketing ingannevole e subdolo, che tende ad “raggirare” il consumatore.
Vittime di questi raggiri sono in special modo i consumatori “distratti” ( quelli che fanno la spesa sempre di fretta alle 7 di sera appena usciti dal lavoro, per esempio…) o che non si interessano minimamente alla qualità e al contenuto nutrizionale di ciò che acquistano per la spesa alimentare.
In particolare, uno dei settori in cui l’industria ha campo libero nel porre diciture ingannevoli è quello dei prodotti cosiddetti “integrali” e dei prodotti che utilizzano il miele come dolcificante più sano dello zucchero. 

Nove casi su 10 nascondono infatti la presenza di sostanze diverse dalla farina integrale o dal miele all’interno del loro prodotto definito integrale e al miele.
Per esempio qui sotto in foto potete analizzare un prodotto che “mente” spudoratamente al consumatore, affermando di essere un prodotto INTEGRALE (ma in realtà contiene la farina raffinata in proporzioni superiori a quella integrale) e di essere dolcificato con il miele (in realtà è dolcificato con un 70% di sciroppo di glucosio-fruttosio, alimento molto nocivo per la salute, e un 30% di miele).

La lettura delle etichette e della lista ingredienti diventa oggi un requisito fondamentale per tutti coloro che acquistano cibo confezionato e industriale, proprio per cercare di migliorare il livello di qualità della nostra nutrizione. Ricordiamoci sempre che la nutrizione (sana o scorretta) contribuisce per almeno un 30-40% alla salute complessiva del nostro corpo, pertanto mangiare cibi non salutari significa camminare con il freno a mano tirato, rallentare le nostre potenzialità di vita e di performance, aumentare il tasso di mortalità e ridurre la nostra aspettativa di vita. In una parola, mangiare sano consente di vivere meglio e più a lungo, al netto di tutte le altre determinanti che entrano in gioco nella salute (sedentarietà, fumo, stress ecc.).

Per un approfondimento sulle etichette ingannevoli e sui prodotti alimentari dell’industria alimentare, potete leggere il libro “Inganno Alimentare”, a cura dell’Educatore Alimentare Gianpaolo Usai, un testo di 170 pagine con centinaia di prodotti presi in esame e analizzati minuziosamente per il consumatore, disponibile sul nostro sito web: https://ciboserio.it/prodotto/inganno-alimentare/

———————–

Ti piacciono i nostri post e aggiornamenti?

Ricevili tutti su Whatsapp, iscrivendoti GRATUITAMENTE al nostro Servizio consigli e news su Whatsapp 

 

By | 2019-01-07T11:46:46+00:00 07 gennaio|Articoli, Inganni alimentari|0 Commenti

About the Author:

Gianpaolo Usai
Gianpaolo Usai è Educatore Alimentare, ha conseguito il Diploma di Nutritional Cooking Consultant presso il College of Naturopathic Medicine di Padova, studia presso l’Accademia del Fitness Wellness Antiaging (AFFWA) del Dott. Massimo Spattini di Parma, dove ha già conseguito la certificazione di Antiaging Advisor e di Dieta COM® Advisor nel 2015. Si occupa dello sviluppo di progetti di educazione alimentare in tutta Italia ed è autore di testi di riferimento sulla spesa consapevole quali Inganno Alimentare (2015) e Cibo Serio (2016).

Scrivi un commento

Facebook
Instagram