Quando la stagione influenzale è in pieno svolgimento, è più importante che mai seguire una dieta sana, riposarsi a sufficienza e praticare un’igiene adeguata per evitare di ammalarsi. Ma sapevate che il tè verde può anche aiutarci ad evitare l’influenza? In effetti, un recente studio clinico ha dimostrato che gli integratori a base di tè verde hanno ridotto il rischio di influenza negli adulti di un sorprendente 75%. Con tutti gli altri benefici per la salute noti del tè verde, questa è solo una ragione in più per aggiungere il tè verde al nostro regime di salute.

Tè verde: agente antivirale naturale e potenziatore immunitario

Da molti anni è noto che i polifenoli del tè verde sopprimono attivamente molte specie batteriche, fungine e virali. Sul fronte dei virus, il tè verde sopprime l’adenovirus, l’Epstein-Barr virus, l’herpes simplex, l’HIV-1, l’epatite B e l’epatite C e i virus dell’influenza. L’EGCG (Epigallocatechin-3 gallato), uno dei polifenoli antiossidanti presenti nel tè verde, è il principale responsabile di questa soppressione. In particolare, l’ECGC si lega all’emoagglutinina del virus dell’influenza, e gli impedisce di attaccarsi (e infettare) le cellule del recettore bersaglio. L’EGCG altera anche la membrana cellulare del virus, che inibisce ulteriormente la sua capacità di infettare altre cellule. Un altro componente importante del tè verde è l’amminoacido L-teanina, che ha dimostrato di attivare i linfociti T umani, facendoli proliferare e facendogli produrre l’interferone-gamma, una potente citochina antimicrobica. Questi linfociti sono considerati la prima linea di difesa del corpo contro le infezioni. Il tè verde offre quindi una protezione su due fronti dall’influenza. 

Il tè verde riduce il rischio di influenza: 2 casi clinici 

Uno studio iniziale con tè verde contro l’influenza ha misurato l’efficacia dei gargarismi tre volte al giorno con una soluzione debole di tè verde (50 mg di catechine antiossidanti per tazza, di cui il 60% era EGCG). La teoria era che, poiché la gola è un importante sito di infezione dell’influenza, i gargarismi potevano fermare lì il virus dell’influenza. La teoria era corretta: solo l’1,3% delle persone che hanno fatto i gargarismi ha contratto l’influenza contro il 10% del gruppo di controllo che non aveva fatto i gargarismi col tè verde. In un altro studio più sofisticato su 97 adulti sani, durante la stagione influenzale è stata utilizzata una miscela brevettata di polifenoli di tè verde e di L-teanina (a quanto pare circa 10 tazze di tè verde al giorno, ma non sono state fornite le quantità esatte). Questo studio è stato randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo. Gli acquirenti di integratori hanno avuto il 32% in meno di malattie e il 35% in meno di “giorni sintomatici”. Tuttavia, i partecipanti sono stati inclusi nell’analisi statistica anche se la loro reale aderenza allo studio (coloro cioè che effettivamente aveva assunto le pillole di tè verde) era solo del 70%.

La terza sperimentazione clinica fornisce risultati sbalorditivi: il 75% in meno di malattia

Più di recente, è stato condotto uno studio ben controllato su 198 operatori sanitari. Questo è stato randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo: il gold standard negli studi clinici. A ciascun gruppo di trattamento è stata somministrata una dose giornaliera di 378 mg di catechine del tè verde (contenenti 270 mg di EGCG) e 210 mg di teanina da novembre 2009 ad aprile 2010. Il tasso di adesione dei partecipanti allo studio in questo caso è stato migliore: il 93% ha assunto le proprie pillole secondo il piano. Coloro che assumevano il tè verde hanno avuto il 75% in meno di infezione da influenza.

Migliore salute stagionale e molti altri benefici per la salute

Questo nuovo studio ha dimostrato la sorprendente efficacia del tè verde per evitare il raffreddore e l’influenza comuni. La quantità di EGCG utilizzata nella sperimentazione è prontamente disponibile in molti integratori e corrisponde a circa cinque tazze di tè verde. Questo sembra essere anche la quantità necessaria per ottenere significative riduzioni del rischio di tumori multipli, tra cui il carcinoma ovarico, endometriale, prostatico, della bocca, del fegato e polmonare. Degli studi scientifici sul tè verde e i tumori ne abbiamo parlato ampiamente nel nostro eBook Guida completa sul tè. E per coloro che mangiano regolarmente agrumi, ci sono forti prove da un recente studio in Giappone che il tè verde si sinergizza con gli agrumi, portando a una riduzione del rischio del cancro di quasi il 20% in più rispetto al solo tè verde.

Fonti bibliografiche di questo articolo:

DISCLAIMER: tutte le informazioni contenute in questo sito internet, compresi gli articoli in cui si illustrano delle ricerche scientifiche, sono solo a scopo informativo e non intendono essere una raccomandazione per l’acquisto o l’uso di integratori alimentari, prodotti sanitari o servizi di qualsiasi tipo. Cibo Serio non fornisce consulenza medica direttamente o tramite materiali, articoli consigliati o collegati, ecc. Tutte le questioni relative alla salute richiedono la supervisione medica e la consulenza di un medico.

🔵✅ SCOPRI SUBITO TUTTI I CIBI DI QUALITA’ CONSIGLIATI DA CIBO SERIO nel corso completo di Educazione alimentare e spesa consapevole Food Shop Assistant
👉👉 FOOD SHOP ASSISTANT
Seguici nei Social
Facebook
Website
Email
Instagram