8 milioni di euro versati dal 2010 a medici e ricercatori per smentire il legame tra bevande zuccherate e l’insorgenza di patologie come l’obesità e il diabete. L’operazione sarebbe stata messa in piedi da Coca-Cola in Francia secondo l’inchiesta del quotidiano Le Monde.
Come le industrie alimentari fanno lobbismo
Si chiama lobbismo, le grandi multinazionali dell’agroalimentare hanno spazi di intervento e sedute di colloqui con tutti i politici e i decision-maker in ogni Parlamento dei Paesi occidentali, compreso il parlamento Europeo. E’ tutto ben documentato, per chi volesse approfondire consigliamo i libri inchiesta di giornalisti seri come Christophe Brusset in Francia, Marco Pizzuti in Italia e molti altri. I consumatori hanno poche armi contro un sistema in cui le multinazionali si comprano in pratica le decisioni dei decisori pubblici. Una di queste armi è informarsi bene e fare scelte alimentari più consapevoli, non acquistando i prodotti che sono nocivi per la salute. Se non si acquistano i prodotti, l’industria non li produrrà più. Se i consumatori comprano solo cibo locale, naturale e a basso impatto ambientale, allora i supermercati inizieranno a riempirsi di quel genere di cibi. A loro interessa venderci qualcosa, che sia junk food o cibo naturale per loro non cambia nulla. Troveranno il modo di vendere cibo vivo e naturale, se noi acquisteremo SOLTANTO quel tipo di cibo.

Vuoi imparare come leggere le etichette dei prodotti alimentari e come fare una spesa di qualità?

ISCRIVITI SUBITO al nostro Corso di educazione alimentare

FOOD SHOP ASSISTANT

ed evita per sempre i prodotti ingannevoli!


Food Shop Assistant

—————————-