Pinoli dalla Cina nei nostri supermercati

In Italia la produzione di pinoli è maggiormente concentrata nel Lazio ed in Toscana. In queste regioni vengono prodotti i pinoli più famosi che sono senza dubbio quelli di Pisa. La maggior parte di quelli presenti sul mercato tuttavia provengono dalla Cina la cui qualità è nettamente inferiore a quella italiana. Se pensiamo che le coltivazioni cinesi vanno poi esportate in tutto il Mondo, si può capire quanto la qualità della coltivazione, dei trattamenti sul terreno, possa essere elevata. Si tratta di una coltivazione industriale per eccellenza, che deve fare grandi numeri da esportare in tutto il pianeta…e perciò anche il prezzo al chilo scende (nel prodotto qui in foto è di 66 euro al chilo, mentre i pinoli italiani vanno dalle 75 alle 110 euro al chilo, a seconda che sia una coltivazione standard oppure biologica)

Vuoi ricevere segnalazioni su prodotti di qualità, italiani, di piccoli produttori e magari da Agricoltura e allevamento biologici? Iscrivendoti al nostro Servizio di spesa assistita Food Shop Assistant sarai costantemente aggiornato su quali marche di alimenti in commercio hanno prodotti che provengono da coltivazioni italiane e quali sono invece provenienti dall’estero

Approfondimento sui pinoli

A tutt’oggi i pinoli sono poco utilizzati ma in realtà rappresentano un vero e proprio integratore alimentare. Si possono assumere soprattutto quando il livello di energia del nostro organismo scende.

COMPOSIZIONE CHIMICA

Sono composti per il 2,6 % da acqua, 66% da grassi, 3,6% da zuccheri, 14% da proteine, 1,6 % da amido, 2,6 % da minerali e 3,8 % da fibre alimentari.

I minerali: ferro, magnesio, potassio, fosforo, calcio, rame, manganese, selenio, zinco e sodio.

Le vitamine: pro-vitamina A (beta-carotene), vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E, J e K.
Contengono beta-carotene, luteina e zeaxantina.

Aminoacidi: acido aspartico e glutammico, alanina, arginina, lisina, valina, triptofano, tirosina, serina, prolina, leucina, glicina, fenilalanina e cistina.

BENEFICI AGLI OCCHI

Contengono luteina, un composto antiossidante in grado di filtrare i raggi UVA, di proteggere la retina e di prevenire la degenerazione maculare, la malattia tipica dell’età avanzata che colpisce gli occhi. Anche beta-carotene e vitamina A hanno proprietà protettive nei confronti di occhi e vista.

FERTILITA’

Da sempre sono considerati un alimento altamente afrodisiaco ed allo stesso tempo in grado di aumentare la fertilità. Pare che consumati insieme all’uva secca i pinoli aumentino le loro proprietà afrodisiache.

RADICALI LIBERI

Il buon contenuto di vitamina E, beta-carotene, luteina e zeaxantina dona a questi semi proprietà antiossidanti con conseguenti effetti benefici sulla salute. Questi composti funzionano come spazzini nei confronti dei radicali liberi svolgendo quindi una funzione di prevenzione per alcuni tipi di tumore e di malattie degenerative.

Scopri di più con il nostro libro “Inganno Alimentare”

By | 2018-12-07T17:33:41+00:00 24 febbraio|Articoli, Food Shop Assistant|1 Commento

About the Author:

Gianpaolo Usai
Gianpaolo Usai è Educatore Alimentare, ha conseguito il Diploma di Nutritional Cooking Consultant presso il College of Naturopathic Medicine di Padova, studia presso l’Accademia del Fitness Wellness Antiaging (AFFWA) del Dott. Massimo Spattini di Parma, dove ha già conseguito la certificazione di Antiaging Advisor e di Dieta COM® Advisor nel 2015. Si occupa dello sviluppo di progetti di educazione alimentare in tutta Italia ed è autore di testi di riferimento sulla spesa consapevole quali Inganno Alimentare (2015) e Cibo Serio (2016).

Un commento

  1. […] In Africa, Sud America, Cina, Pakistan, India, Corea e persino negli USA sono ancora consentiti centinaia di antiparassitari pericolosi come ad esempio il già citato DDT (Africa e Sud America). Tipici prodotti da agricoltura cinese nei supermercati italiani sono ad esempio le radici di zenzero e di curcuma, i legumi in scatola oppure i pinoli. […]

Scrivi un commento

Facebook
Instagram