Molte persone convivono con la stitichezza cronica, e talvolta non si preoccupano di risolvere questo problema intestinale, sottovalutandolo e minimizzandone i possibili effetti nocivi e le complicanze. Ma queste persone molto probabilmente non sono state informate dal proprio medico che una costipazione cronica porta a un maggiore rischio di tumori intestinali, a causa del prolungato tempo di contatto delle feci con le pareti del colon. Questo contatto prolungato crea infiammazione e accumulo di tossine nel colon, infatti. Inoltre chi soffre di stitichezza ha un maggiore rischio di emorroidi, ragadi e diverticolosi causate dallo sforzo della defecazione. Oltre a convivere ogni giorno con gonfiore e pesantezza.

I 5 errori alimentari che causano la stitichezza

Per combattere e prevenire la stitichezza occorre prestare attenzione ai seguenti 5 comportamenti alimentari.

  1. Bere poco: quando beviamo poco l’organismo mette in moto una serie di meccanismi di emergenza per risparmiare i liquidi il più possibile e limitarne le perdite, tra cui quello di riassorbire quanta più acqua possibile dal colon. Risultato: feci più secche, dure e difficili da espellere. Anche se spesso si dimentica, bere molta acqua è il rimedio principale contro la stitichezza!
  2. Mangiare molti cereali raffinati: pane bianco, pasta bianca, riso bianco, prodotti fatti con farine raffinate (biscotti, fette biscottate, gallette, crackers, dolci e torte) sono tutti alimenti ricchi di amidi e scarsi di fibra, che gli studi di Nutrizione indicano tra i maggiori responsabili della costipazione cronica. Viceversa, la fibra insolubile dei cereali integrali aiuta a velocizzare il transito intestinale. Passate gradualmente ai cereali integrali!
  3. Cibi animali senza frutta e verdura: il cibo animale è completamente privo di fibre. Le persone che consumano molti latticini, carni, uova e pesce nella propria dieta, di solito non accompagnano questi alimenti con abbondanti porzioni di verdure. L’abitudine ad una dieta ricca di cibo animale comporta spesso il fatto di non amare le verdure, come naturale conseguenza. Pertanto l’uso di cibi animali aumenta la tendenza alla costipazione a meno che il consumo di carne e latticini venga associato a un uso abbondante di frutta e verdura nello stesso pasto.
  4. Sbucciare la frutta: la buccia dei frutti è ricca di fibra solubile e insolubile, che se ingerita aumenta il volume delle feci e agisce da “spazzino” trascinando via dell’intestino e dal colon le feci, aumentandone quindi il transito intestinale che è esattamente la pratica che consente di andare di corpo ogni giorno con regolarità. Se la nostra preoccupazione sono i residui di pesticidi, scegliamo piuttosto prodotti bio, ma non sbucciamo la frutta! Anche perché per togliere eventuali residui di pesticidi sbucciare la frutta è completamente inutile. Pesticidi e altri fitofarmaci agiscono infatti a livello sistemico, e quindi sono presenti tanto nella buccia che nella polpa del frutto!
  5. Batteri buoni nell’intestino: per prevenire la costipazione, non sono sufficienti acqua e fibra, ma anche una microflora intestinale in salute e composta da specie batteriche favorevoli. Le loro fermentazioni aumentano infatti la massa, il volume, e la sofficità del materiale fecale, favorendone il transito e l’espulsione. La carenza di alimenti probiotici nella dieta, che contengano cioè batteri favorevoli vivi e vitali al momento del consumo, aumenta notevolmente il rischio di costipazione.
Un ulteriore nemico: scarsa attività fisica e movimento

Insieme alla dieta, l’azione più efficace contro la stitichezza è il movimento! Di fondamentale importanza quindi fare i famosi 10 mila passi al giorno consigliati per la salute in generale, fare le scale, muoversi il più possibile durante la giornata e fare escursioni nel weekend in mezzo alla natura o al mare. Tutto ciò sarà il toccasana più efficace per allontanare la stitichezza. In alcuni casi più gravi, e per persone che non possono camminare, è possibile ricorrere a degli integratori appositi contro la stitichezza, che verranno raccomandati e prescritti dal medico o dal nutrizionista. Questi integratori sono molti efficaci e aiutano la regolarità del transito intestinale.

Segui il Blog di Cibo Serio: https://ciboserio.it/blog/

Seguici sulla Pagina Facebook: https://www.facebook.com/ciboserio/

Prova il nostro servizio di punta: il corso di educazione alimentare e spesa consapevole FOOD SHOP ASSISTANT: https://ciboserio.it/food-shop-assistant/