Cicoria fresca

Cicoria fresca, di stagione in Autunno, si può acquistare in ogni supermercato o al mercato al prezzo massimo di 2,00 euro al chilo. Vale davvero la pena di comprare e mangiare questi alimenti quando sono in stagione. La cicoria la possiamo definire tranquillamente un superfood, al pari di molti altri alimenti che vengono definiti così in quanto molto ricchi di proprietà nutritive. Specialmente perchè questa verdura è ricca di una fibra particolare chiamata inulina, che costituisce un nutrimento speciale per i batteri del nostro intestino.

Approfondimento sulla cicoria: Mangiare cicoria fa aumentare la quantità di Bifidobatteri e Lattobacilli nell’intestino. Infatti l’inulina è un particolare tipo di fibra insolubile che si trova nella cicoria, e tale fibra ha come caratteristica proprio quella di essere un nutrimento prediletto per i batteri intestinali, in particolare lattobacilli e bifidobatteri. Questi batteri, sono utili all’uomo nell’assorbimento dei nutrienti e dei principi attivi contenuti nei cibi.

Inoltre l’inulina sembra anche inibire la proliferazione nell’intestino di altri batteri, come clostridi e salmonelle che sono invece dannosi. Agevola la regolarità intestinale e combatte lo sviluppo dei tumori intestinali. Sembra anche ridurre l’assorbimento del colesterolo e migliorare l’assorbimento di calcio a livello dell’intestino.

Insomma, questi sono i veri Superfoood da ricercare con grande interesse e da assumere in maniera regolare nella propria alimentazione, non quelli sponsorizzati dalle mode alimentari tipo le bacche di Goji e simili.

I superfood sono quelli che hanno un impatto davvero potente sulla salute dell’intestino, come appunto tutti gli alimenti che contengono inulina. Altri alimenti ricchi di questa fibra sono i carciofi, i cardi, un po’ anche le banane, i legumi, il topinambur, aglio e cipolle di ogni genere (porro, cipollotto, scalogno…). L’inulina si può acquistare in polvere anche in farmacia, ma occhio al fai da te se la comprate pura, bisogna assumerne una dose corretta perché se assunta in eccesso provoca gonfiori, meteorismo e problemi intestinali.

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI sulla inulina:
Pubmed 1: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23887189
Pubmed 2: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23244539
Pubmed 3: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26033744