Etichette ingannevoli? Smascheriamole tutte con FOOD SHOP ASSISTANT!

Il mondo del cibo e dei prodotti alimentari che troviamo ogni giorno al supermercato è pieno di inganni e di cibi malsani, che con un buon marketing sembrano essere sani, nutrienti e indispensabili per la nostra salute! Purtroppo si tratta di un mondo alquanto fittizio e sono ancora più i prodotti inutili se non nocivi a campeggiare tra gli scaffali dei supermercati, rispetto a quelli realmente utili e sani.

In questo articolo parleremo di alcune fra le tante diciture INGANNEVOLI e false che troviamo nei prodotti alimentari in commercio:

  •  Yogurt greco intero
  • ❌ Sforniamo pane tutto il giorno
  •  Prosciutto cotto Alta Qualità
  •  100% carne di pollo
  •  uova da allevamento a terra
  •  senza zuccheri aggiunti

 

Vediamo queste diciture una per una e spieghiamole bene

Yogurt greco intero

Ultimamente sono comparsi sul mercato dei prodotti che hanno la dicitura di yogurt greco e che dicono di essere “intero”. Si tratta di finti yogurt interi, nel senso che sono fatti in realtà con latte scremato e poi aggiunta di panna. Un pò come quando troviamo dei finti prodotti integrali dove gli ingredienti sono la farina raffinata con aggiunta di crusca. E’ chiaro che non si tratta di vero integrale e nel caso dello yogurt il latte non è veramente intero, dal momento che nel latte intero vi sono molte altre sostanze oltre la panna. Al massimo possiamo definire questo genere di prodotti come ricostituiti, ricomposti, ma ovviamente si ricompone solo una parte della totalità e complessità del prodotto integrale.

La premessa da cui partire, per capire la questione, è la seguente: lo yogurt greco è un prodotto costoso, più costoso di uno yogurt tradizionale. Non usano il latte intero perchè quest’ultimo è di migliore qualità rispetto a quello scremato e ha un costo superiore come materia prima. Comprano panna in quantitativi industriali a prezzo basso e poi la aggiungono nel latte scremato, anch’esso comprato a buon mercato. Fare uno yogurt greco solo con latte intero costa di più all’industria perchè per fare lo yogurt greco occorre colarlo 3 volte (cioè filtrarlo, eliminando la parte acquosa del latte), per fare 3 colature deve impiegare un quantitativo di latte che è doppio rispetto a quello che usa aggiungendo della panna ad un litro di latte scremato. E’ semplice. Da questo punto di vista è un bell’inganno alimentare! Il vero yogurt greco si fa usando solo latte intero e colandolo fino a che si concentra in proteine (9-10 grammi di proteine anzichè i 4 grammi di uno yogurt tradizionale che viene colato solo una volta). Due esempi di yogurt greco “intero” che in realtà non è yogurt intero sono quelli in vendita presso i supermercati COOP (qui sotto in foto) e presso i supermercati Esselunga. Parliamo in questi due casi degli yogurt greco col marchio del supermercato, non degli altri presenti nel supermercato che sono di altre marche (es. FAGE, Oikos ecc.)

 

Sforniamo pane tutto il giorno

Questa dicitura è usata in alcune catene di supermercati come ad esempio LIDL, Famila o Aldi. Si tratta di una dicitura alquanto fuorviante e ingannevole. Perchè? Perchè il consumatore leggendo questa scritta all’ingresso del supermercato ha l’impressione che in quel punto vendita si possa acquistare il pane fresco, appena sfornato.

La realtà è un’altra e ben diversa: le pagnotte di pane arrivano dall’estero, sono precotte e sono surgelate (Germania e Paesi dell’Est Europa come Romania o Slovenia). Questi pani precotti sono inoltre di bassa qualità e test di laboratorio fatti di recente dimostrano che contengono molti residui di pesticidi e molti conservanti. Inoltre spesso gli si aggiungono zuccheri e miglioratori delle farine, allo scopo di allungare la conservazione del prodotto e la morbidezza. Il punto vendita Lidl non fa altro che metterle in un forno elettrico e fare la cottura finale. Quindi il pane non è affatto fresco, ma si tratta di pagnotte che possono essere conservate fino a due anni prima di essere infornate, e si mantiene commestibile fino a 2 anni solo grazie all’aggiunta di conservanti e speciali enzimi nell’impasto.

Un esempio tipico di un pane in vendita nei supermercati Lidl

Il pane precotto e surgelato è pieno di pesticidi e conservanti

Un altro aspetto importante da considerare quando si acquista il cosiddetto pane “sfornato tutto il giorno” in queste catene di supermercati è che le farine utilizzate sono di pessima qualità e spesso intrise di pesticidi, oltre che di conservanti e miglioratori del pane. Niente che possa quindi farci pensare ad un pane naturale. Queste pagnotte sono state analizzate in laboratorio diverse volte, si veda per esempio il test di laboratorio della rivista Il Salvagente, nel 2016: https://ilsalvagente.it/2016/09/22/e-lo-chiamano-pane-in-laboratorio-8-baguette-da-supermercato/

Prosciutto cotto Alta Qualità

Il prosciutto cotto di alta qualità in vendita al supermercato è uno degli inganni più grossi che ci siano. Semplicemente questi prodotti, come ad esempio il prosciutto cotto Ferrarini, non sono affatto di buona qualità, sono fatti con carni che arrivano dall’estero (Est Europa di solito), sono pieni zeppi di conservanti anche cancerogeni come il nitrito di sodio, e contengono anche zuccheri e glutammato aggiunto.

Di questa problematica ci siamo già occupati in passato, rimandiamo alla trattazione completa che abbiamo fatto nel seguente articolo: https://ciboserio.it/prosciutto-cotto-si-fa-presto-a-dire-di-alta-qualita/

100% carne di pollo

Anche questa è una dicitura del tutto ingannevole e falsa che vediamo spesso al supermercato. Per chi acquista, è rassicurante leggere sulle confezioni “100% carne di…” spesso però si tratta di un trucco e la carne contenuta è in realtà in una percentuale minore. Si fa infatti riferimento al fatto che tutta la carne contenuta nel prodotto è di pollo o di tacchino (per fare due esempi) ma non che tutto il prodotto sia tacchino (che magari ammonta solo al 45% di carne, a cui poi vengono aggiunti altri ingredienti). In sostanza quel 45% di carne è esclusivamente di pollo, ovvero è pollo al 100%. Non significa che compro 100% di carne. Ecco un esempio in foto.

 

Uova da allevamento a terra

si tratta di una delle dicitura presenti sui prodotti più ingannevoli di sempre per il consumatore! L’idea che da consumatori ci facciamo leggendo questa dicitura è che le galline siano libere di razzolare in un prato. Niente di più sbagliato! Le uova da “allevamento a terra” infatti derivano da una tipologia di allevamento intensivo in cui le galline ovaiole vivono per tutta la loro vita chiuse dentro un capannone, ammassate fino all’inverosimile con un numero di esemplari che può arrivare anche fino a 20 mila galline. Vivono in mezzo ai loro escrementi fino al giorno della loro sostituzione o macellazione. Gli vengono somministrati di continuo gli antibiotici. Nulla a che vedere con una gallina libera allevata all’aperto. Le diciture “a terra” e “all’aperto” sono confuse sempre dai consumatori ma si tratta di due tipologie di uovo molto diverse. Rimandiamo ai nostri approfondimenti sull’argomento:

Senza zuccheri aggiunti

Lo scrivono a caratteri cubitali sulle confezioni di tantissimi prodotti al supermercato, ma è un vero e proprio INGANNO agli occhi del consumatore!

➡️Gli zuccheri aggiunti ci sono, ma hanno altri nomi diversi da quello di “zucchero”.

⛔️Per farti solo un esempio: se mettono il miele, non si considera uno zucchero, perchè per legge e per categoria merceologica il miele non è la stessa cosa dello zucchero. MA E’ SEMPRE ZUCCHERO, che inserito IN AGGIUNTA in molti prodotti alimentari, per giunta già di cattiva qualità e industriali, comporta sovrappeso, infiammazione, alterazioni metaboliche fino a patologie come fegato grasso e diabete.

La cosa ancora più sgradevole di questo inganno alimentare è che ad oggi la legge e gli enti preposti alla tutela della salute pubblica (ma la vogliono tutelare davvero?) consentono l’utilizzo di questa dicitura ingannevole, che porta il consumatore a pensare che si tratti di prodotti più salutari perchè senza zucchero. Nel caso specifico del prodotto qui in foto, i plumcake Mulino Bianco, gli zuccheri aggiunti sono il maltitolo e lo sciroppo di maltitolo, che per legge si definiscono col termine di Edulcoranti oppure dolcificanti, ma che nella sostanza sono zuccheri! Si veda l’elenco completo di ingredienti di questo prodotto qui: https://www.mulinobianco.it/plumcake-senza-zuccheri-aggiunti