Pane integrale di segale biologico

Prezzo: 2,59 euro la confezione da 500 grammi.

In vendita nei supermercati Conad

Il pane di segale è un alimento portentoso per il benessere dell’intestino, un pane che chi è interessato a seguire una alimentazione sana dovrebbe introdurre regolarmente nella propria dieta. Lasciamo un approfondimento sul pane di segale qui di seguito, con proposte anche di ricette con cui consumarlo e prepararlo.

APPROFONDIMENTO SUL PANE DI SEGALE INTEGRALE: un ottimo alimento, perché molto diverso dal pane fatto con la farina raffinata (farina 00 e farina 0) a cui siamo stati abituati da sempre. Questo pane ha proprietà nutrizionali molto positive, è ricco di fibra innanzitutto (a seconda dei tipi che acquistate si hanno da 7 a 10 g di fibra per 100g, basti pensare che nel pane bianco si arriva al massimo a 2 g di fibra), contiene i grassi buoni del germe che nel pane bianco raffinato non abbiamo più e nemmeno nel finto pane integrale che l’industria produce regolarmente, quello fatto con farina raffinata e crusca aggiunta. Ha meno carboidrati del pane bianco (30-35g contro i 50-55g del pane bianco) e quindi ha una azione molto benefica sull’intestino e sul microbiota, numerosi studi scientifici hanno dimostrato che il vero pane integrale apporta benefici importanti su vari aspetti della salute (per esempio è anti-stipsi, abbassa la glicemia, abbassa il colesterolo, ecc.)

Questo pane ormai si trova in quasi tutti i supermercati, sia biologico che da agricoltura convenzionale. E’ consigliabile consumare la versione BIO in quanto nelle coltivazioni BIO non si usano pesticidi e i pesticidi rimangono annidati nelle parti esterne del chicco (crusca e fibre) e nella parte più interna che è proprio il germe del chicco. Se mangiamo pane o cereali in chicco INTEGRALI è bene prenderli sempre BIO, altrimenti ci ritroviamo un residuo importante di pesticidi usati per coltivarli (agricoltura convenzionale). Questo prodotto l’abbiamo voluto segnalare in quanto BIO, anche. L’abbiamo trovato in un supermercato Conad Leclerck ma si può trovare anche presso altre catene. Alcune marche lo producono completamente SENZA LIEVITO, sebbene la quantità di lievito per produrre questi pani sia molto modesta, in generale, rispetto ai panini e al pane fatto con farina raffinata.

Queste fette di pane sono pratiche in quanto già tagliate e pronte all’uso, vi lasciamo alcune idee e ricette per utilizzarle:

RICETTE DOLCI:

1. ovviamente la classica fetta con burro e composta di frutta è una delizia, a colazione o per la merenda dei figli. Non si tratta di una classica fetta biscottata, come detto sopra qui abbiamo VERA QUALITA’ nutrizionale e non una farina che fa schizzare la glicemia in alto come avviene per le fette biscottate. Scaldate leggermente la fetta in padella o al tostapane per un gusto ancora migliore.

2. spalmare della ricotta e poi aggiungere un buon miele e delle fettine di fragole o pesca o altra frutta a vostra scelta, un’altra idea per usare questo pane come fosse un dolce.

RICETTE SALATE, CROSTINI E BRUSCHETTE:

1. questo pane è ottimo se fatto come una bruschetta classica, cioè con aglio sfregato sopra e olio extravergine di oliva. Tostato leggermente prima.

2. bruschetta di pane di segale col Gazpacho: il Gazpacho è un tipico piatto spagnolo a base di verdure crude che frullate insieme al pane diventano una crema solitamente servita come antipasto, o accompagnata con crostini come zuppa. Il gazpacho prevede l’utilizzo di pomodori, cetrioli, cipolla, peperoni, e si differenzia dal salmorejo che è meno acquoso per via del fatto che è preparato solo con pomodori e aglio. Il gazpacho può essere aromatizzato con diverse erbette a scelta, e a seconda dei gusti può essere facilmente modificato, eliminando o aggiungendo qualche ingrediente. L’elemento che non può mancare è un buon olio d’oliva.

3. bruschetta con aringhe al curry (piatto tipico danese, terza foto in questo post): la ricetta per la preparazione della salsa la potete trovare a questo link: https://www.buttalapasta.it/articolo/cucina-danese-le-aringhe-al-curry-karrysild/19227/

4. bruschetta con il pesto genovese: in questo caso non dovrebbe essere necessario procedere alla strofinatura dell’aglio, già contenuto nella salsa.

5. Bruschetta con verdure. In estate, con l’abbondanza di ortaggi dell’orto o in vendita al mercato, è difficile resistere alla tentazione di arricchire la bruschetta con qualche prelibatezza vegetale. Se amate il sapore del pane caldo e volete esaltarlo, provate ad aggiungere all’aglio e olio un misto di verdure grigliate: melanzane, peperoni, zucchine da tenere per pochi minuti su una piastra caldissima. Completate (se desiderate una nota fresca) con prezzemolo o menta.

6. bruschetta con i fiori di zucca, da passare in padella con olio bollente per pochi minuti e da arricchire con qualche acciuga direttamente sul pane.

7. Per una bruschetta dai sapori del Sud provate invece a rosolare in padella un po’ di scarola spezzettata, capperi, olive nere e qualche acciuga, con una manciata di pinoli e di uvetta.

8. Bruschetta di pesce: salmone affumicato, fettine di fichi ben maturi ed erba cipollina. In alternativa potete usare i gamberetti o le code di gambero pulite e sbollentate per pochissimi minuti, da arricchire con un pizzico di paprika in polvere e, se lo desiderate, con un pesto leggero di zucchine, basilico e mandorle. Se invece siete dei puristi della bruschetta e non potete accettare l’assenza del pomodoro, fate saltare in padella una manciata di moscardini puliti e un cucchiaio di passata o dadini di pomodoro. Condite generosamente il pane con la salsa, i moscardini e qualche fogliolina di timo.

9. Bruschetta con le creme e i paté. Per la loro consistenza croccante, le bruschette ben si abbinano a condimenti vellutati e morbidi come quelli delle creme e dei paté. Prepararne con la verdura è molto semplice: per carciofi e melanzane è sufficiente la cottura in acqua bollente o in padella, un condimento di olio, sale e pepe e un energico passaggio al frullatore. Ancora più semplice è il caso delle olive nere, da frullare semplicemente con uno spicchio di aglio (e qualche mandorla pelata, se la gradite).

10. Bruschetta con fegatini di pollo (ricetta tradizionale toscana): un paté leggermente più complicato da preparare ma molto più completo nel gusto: si tratta di quello a base di fegatini di pollo, da cuocere in padella con cipolla e brodo e da frullare con burro, acciughe e capperi. Una delizia dal gusto indimenticabile.

11. Bruschetta con i salumi. Nate come piatto povero, le bruschette si combinano facilmente con qualunque tipo di affettato. La tradizione piemontese ad esempio prevede l’abbinamento dell’aglio e dell’olio con il lardo.