Patate della Sila IGP

Patate della Sila IGP Sapori e Dintorni, nei supermercati CONAD: sacco da 1,5 Kg al prezzo di 1,95 euro.

La patata della Sila è una varietà di patata coltivata sull’altopiano della Sila in Calabria. Dal 30 aprile 1998 fino al 9 ottobre 2010 ha fatto parte dell’albo dei prodotti agroalimentari tradizionali calabresi ed è stata in seguito riconosciuta come prodotto IGP conquistando il marchio europeo. È iscritta nell’albo dei prodotti di montagna. Davvero molto buona, un prodotto di qualità italiano, migliore rispetto alla classica patata di campo coltivata in pianura. Le patate sono un alimento prezioso, ricche di selenio e antiossidanti, e anche di vitamina C. L’importante è non cuocere a lungo le patate e non fare la frittura, se vogliamo conservare tutte queste sostanze e assimilarle quando le mangiamo. Certo, una patata fritta ogni tanto va bene, per il piacere di mangiarla. Ma cuciniamo più spesso le patate o al vapore oppure in leggera bollitura con la buccia (eliminate poi la buccia prima di mangiarla, a meno che non siano patate bio). Condirle con olio aglio e prezzemolo e un pò di aceto balsamico ci darà un piatto gustosissimo. Anche le patate a forno vanno cotte per poco tempo per non perdere i preziosi nutrienti. La patata non fa ingrassare, a meno che non se ne mangi troppe. La patata ha solo 17-20 grammi di carboidrati su 100g di alimento, mentre la pasta, il riso e tutti i cereali hanno 75 grammi di carboidrati su 100g di alimento. Il pane ha circa 55g di carboidrati su 100g di alimento. Fate due conti e capirete quale tra questi alimenti può far ingrassare di più!