Uova di galline “allevate a terra”. Questa è una delle tante diciture ingannevoli molto sfruttata dal marketing delle aziende alimentari. Con l’espressione “allevate a terra” il consumatore percepisce che si tratti di un prodotto salutare magari immaginando che le galline non sono allevate in gabbia. In questo caso però, non significa che siano allevate in modo sano, anzi. Le galline allevate a terra provengono da allevamenti intensivi. Per sopportare questo stile di vita innaturale i polli e le galline sono anche soggetti alla somministrazione di farmaci antibiotici su base giornaliera.

Ebbene: oggi vediamo che significa quando al supermercato o nei fogli della pubblicità della cassetta delle lettere trovate scritto di acquistare delle uova o del pollo “allevato a terra”

Sapevi che quando si parla di pollo o galline “allevati a terra” questi animali la terra in realtà non la vedono neppure?

Va di moda ora parlare di “allevato a terra” e spesso si fa confusione pensando che sia un sinonimo di “allevato all’aperto”. Nulla di piu’ sbagliato! Quando si parla di “allevate a terra” si indica semplicemente che gli animali non sono tenuti in gabbia ma poggiano su un pavimento: sono comunque allevati all’interno di grandi capannoni industriali e non sono mai previsti pascoli esterni all’aperto, per tutto il ciclo di vita di questi animali, un ciclo di vita alquanto breve fra l’altro, dato che vengono ingrassati attraverso la tecnica dell’accrescimento rapido per poi essere macellati (i polli) o rimpiazzati con esemplari più giovani (nel caso delle galline ovaiole).

Evita per sempre i prodotti ingannevoli con il corso di educazione alimentare Food Shop Assistant


Food Shop Assistant

Le tecniche di allevamento del pollame si distinguono infatti:

  • In gabbia: tanti capi per mq; gli animali passano la loro vita produttiva all’interno di gabbie che vengono distribuite nei capannoni con piu’ piani. Luce e ventilazione sono artificiali. Solitamente e’ una pratica usata solo per la produzione di uova.
  • A terra: tanti capi per mq; gli animali passano la loro vita all’interno di capannoni chiusi. Solitamente si usa sia per la produzione di uova che per la carne (polli allevati a terra). L’allevamento a terra è “intensivo” quando raggiunge gli standard industriali con l’uso di luci artificiali sempre accese per invogliare il pollo a mangiare continuamente e dormire di meno, alimentazione spinta (molto calorica, per far aumentare velocemente di taglia l’animale e farlo arrivare il prima possibile alla macellazione. Se si tratta di galline ovaiole, l’alimentazione forzata serve a far produrre più uova, ma il risultato sarà un uovo più infiammatorio per il nostro organismo), ventilazione forzata (viene regolata con dei ventilatori). Tutto ciò è una vera e propria forzatura a livello biologico per l’animale.
  • All’aperto: pochi capi per mq. Gli animali vivono in capannoni che dispongono di un pascolo esterno e possono razzolare a piacimento.
  • Biologico: pochi capi per mq. Gli animali vivono in capannoni che dispongono di un pascolo esterno e possono razzolare a piacimento. L’alimentazione prevede solo alimenti certificati come biologici e senza mangimi OGM.

In foto: uova biologiche italiane vendute in un mercato contadino del Nord Italia: scopri tutti i mercati contadini d’Italia all’interno di Food Shop Assistant di Cibo Serio: https://ciboserio.it/food-shop-assistant/

Lo stress delle galline nocivo per la salute umana

Le condizioni di vita e di allevamento a cui sono sottoposte le galline allevate a terra o i polli allevati a terra hanno delle importanti ripercussioni sulla nostra salute. Analizzando le uova, da un punto di vista chimico, è evidente non solo cosa mangia la gallina, ma anche il suo livello di stress. In laboratorio è emerso che questo stress che viene creato agli animali nei capannoni porta al rilascio di un maggiore quantitativo di una sostanza nell’uovo, l’acido arachidonico, che fa da precursore a diverse molecole infiammatorie. A differenza delle uova bio che invece contengono sostanze antinfiammatorie come gli Omega 3 e più vitamine. A livello chimico e nutrizionale le due tipologie di uova sono diverse. Le uova di animali allevati al chiuso inoltre contengono meno vitamina E, più colesterolo e meno vitamina A, rispetto alle uova di galline che vivono all’aperto. Tutto questo rende le uova allevate a terra un alimento dal profilo fortemente infiammatorio, tutt’altro che salutare!

Ma come si fa a riconoscere le uova giuste?

 Le tipologie di uova in vendita sono quattro, distinte in base a come vengono allevate le galline: allevamento biologico, all’aperto, a terra, in gabbia. Su ogni confezione di uova viene sempre riportato un numero identificativo che corrisponde al tipo di allevamento. Il numero 0 indica quello biologico, il codice 1 corrisponde a un allevamento all’aperto, il 2 si riferisce alle galline allevate a terra, al chiuso, infine il 3 rappresenta gli animali allevati in gabbia.
In conclusione, è evidente che le uova allevate a terra non sono le più sane in commercio, e che dovremmo orientare la nostra scelta di acquisto sulle uova biologiche o sulle uova di galline “allevate all’aperto”.

——————
🛒 Difenditi dal cibo industriale di scarsa qualità e dagli inganni alimentari con gli strumenti che mettiamo a disposizione:
  1. ➡️ SCARICA LA DISPENSA GRATUITA “8 cose sulla alimentazione che non sai (e che invece dovresti conoscere)”: https://ciboserio.it/8-cose-sulla-alimentazione-che-non-sai-dispensa-gratuita-scaricabile/
  2. ➡️ SEGUI IL NOSTRO BLOG: https://ciboserio.it/blog/
  3. ➡️ ISCRIVITI al corso di educazione alimentare e spesa consapevole FOOD SHOP ASSISTANT, col quale riceverai l’analisi gratuita della tua spesa e i consigli per acquistare solo le versioni davvero salutari di ogni alimento (olio, farine, pasta, latte, carne, formaggi, bevande ecc.): https://ciboserio.it/food-shop-assistant/