oggi vogliamo darvi qualche consiglio di base per riuscire a dimagrire. E’ qualcosa che potrebbe tornare sempre comodo specialmente in questo periodo di festività in cui notoriamente le persone trascorrono più tempo a casa, a tavola, e a contatto con dolci e altre prelibatezze natalizie. Magari finite le feste potreste pensare di provare a mettere in pratica questi nostri consigli e vedere di tornare un pò in forma. L’immagine qui sopra semplifica in un modo molto efficace cosa vuol dire mangiare in maniera sana al fine di dimagrire. Il segreto principale per dimagrire, e soprattutto per rimanere sempre magri, non è fare diete una dopo l’altra o assumere beveroni liquidi al posto del vero cibo, ma più semplicemente: mangiare bene sempre, o almeno la maggior parte delle volte in cui ci sediamo a tavola.
 
Ad esempio: avete mai pensato che in una settimana facciamo di solito 21 pasti? Se imparassimo a “comportarci bene” in almeno 15-18 di questi pasti, probabilmente il nostro sovrappeso si ridurrebbe e la bilancia segnerebbe dei chili in meno, a fine mese. Poi ci sono anche il movimento e l’attività fisica, certamente. E anche saper tenere a bada lo stress e l’ansia, che sono dei veri e propri killer moderni che ci fanno ammalare e ingrassare. Ma l’attività fisica contribuisce al dimagrimento al massimo per un 30%. Ciò significa che mangiando bene abbiamo invece il 70% di possibilità di dimagrire. La dieta conta più dell’attività fisica, sebbene unendo le due cose si abbia il massimo risultato positivo!
 
Ma guardate questa foto, è di una semplicità disarmante perchè sembra che parli! Ci sta dicendo: se nel tuo pasto metti queste cose, combinandole e mangiandole assieme, allora sarà molto facile dimagrire e perdere il grasso in eccesso, aldilà delle calorie totali che ci saranno nel tuo pasto. Un pasto come questo non lascia spazio a trigliceridi e accumulo di adipe. Perchè? Perchè questo pasto dà al corpo quello di cui esso ha veramente bisogno, senza creare eccessi e senza fornire cibi che lo costringono a lavorare il doppio e fare fatica. Ci sono tutti i nutrienti che servono ogni volta che mangiamo:
 
1️⃣ fibre, vitamine, minerali e antiossidanti
2️⃣ carboidrati ma non in dose eccessiva (le due fette di pane nella foto). Molto diverso da chi mangia un piatto di pasta soltanto, cosa frequente a pranzo per tantissime persone in Italia
3️⃣ proteine: è importantissimo che siano presenti le proteine in ogni pasto, in dosi corrette (non bastano le proteine contenute nella pasta o nel riso o nel pane…bisogna inserire nei pasti i cibi veramente proteici: carne, pesce, uova, salumi magri)
4️⃣ grassi buoni (olio d’oliva e avocado in questo caso, ma si possono usare anche altri grassi sani come la frutta secca, alcuni tipi di latticini o le uova): è davvero molto importante includere i grassi di qualità, aiutano a regolare la sazietà e a nutrire profondamente l’organismo, e ci regalano le vitamine liposolubili (A,D,E,K)
 
Mangiando il più spesso possibile in questo modo sarà naturale perdere peso perchè si aggiusteranno tutti i meccanismi del metabolismo che risultano deleteri e che portano a ingrassare, aldilà del conteggio delle calorie:
 
si annullano i picchi di glicemia e insulina (perchè non ci sono zuccheri o farine raffinate).
si regola il meccanismo della sazietà in maniera corretta (perchè vengono forniti all’organismo tutti i nutrienti che servono, in contemporanea).
si assimilano nutrienti che non stimolano la fame ma la placano a lungo (proteine, fibre, grassi, vitamine e minerali).
si idrata l’organismo (c’è la verdura in buone dosi: foglia verde, pomodoro, avocado)
si regola la motilità intestinale (sono presenti le fibre in buona quantità).
si annullano le compulsioni verso i carboidrati e i dolci (non ci sono cibi che creano dipendenza, ad es: crackers, pane bianco, pasta bianca, dolci).
si abbassa l’infiammazione corporea e il gonfiore (questo pasto è ricco di vitamine, minerali e antiossidanti, tutte sostanze che abbassano l’infiammazione o la inibiscono).
si regola l’assorbimento di grassi e di colesterolo (un pasto ricco di fibre e senza dolci e senza dosi abbondanti di farinacei raffinati permette di non far alzare i valori dei grassi e del colesterolo nel sangue). E soprattutto mangiare in questo modo significa mangiare cibo vero e vivo, non cibo industriale e raffinato.
 
E’ piuttosto semplice quindi, senza troppi segreti: se si impara a comporre i pasti in questa maniera si dimagrisce e si sta meglio. E invece molte persone cosa fanno? Mangiano solo un piatto di carboidrati (pasta) a pranzo, con l’idea che mangiando solo quello si possa dimagrire e stare bene. Purtroppo questo comportamento alimentare è sbagliato, non farà dimagrire e non regola il nutrimento del nostro corpo come deve essere regolato correttamente. Questo comportamento alimentare è sbagliato anche se la porzione di pasta fosse piccola e le calorie del pasto fossero poche (anzi, forse è anche peggio mangiare molto poco a pranzo, perchè poi si eccede alla sera).
 
Le eccezioni vanno sempre bene, come i pranzi delle Feste o le serate in cui si cena fuori con gli amici in pizzeria o al ristorante. In questi casi mangiamo con un pò più di libertà e senza controllare certosinamente le porzioni e i cibi che finiscono nel nostro piatto. L’importante è che siano appunto eccezioni e che la loro frequenza sia ridotta nel complesso della vostra dieta.
 
Una semplice foto. Può insegnare tanto, più di mille parole.
🔵✅ SCOPRI SUBITO TUTTI I CIBI DI QUALITA’ CONSIGLIATI DA CIBO SERIO nel corso completo di Educazione alimentare e spesa consapevole Food Shop Assistant
👉👉 FOOD SHOP ASSISTANT
Seguici nei Social
Facebook
Website
Email
Instagram