Cucinare a vapore serve davvero?

L’isola di Okinawa, in Giappone, è abitata dalla popolazione più longeva e più in salute del pianeta. Il numero di centenari è altissimo nella media della popolazione.

Una delle tante caratteristiche dello stile di vita sano e corretto di questi abitanti, oltre alla attività fisica regolare e ad una vita sociale ricca di inclusione e condivisione, è il fatto di cucinare tutto a vapore !

verdure, carne, pesce, riso, cucinano tutto a vapore e mai in padella, frittura o alla griglia. Riteniamo che questa sia una caratteristica notevole del loro modo di alimentarsi e sicuramente non è casuale che la loro dieta risulti molto più sana grazie a questa tecnica di cottura.

La cottura a vapore è quella che preserva (nel caso del cibo vegetale in special modo) il maggior numero di nutrienti nei cibi, e che degrada meno di tutte la qualità del cibo animale!

Impariamo questo prezioso segreto dall’Oriente: iniziamo a cucinare a vapore più spesso, almeno le verdure e i cereali (riso, orzo, farro…), ne guadagneremo molto in salute!

By | 2018-11-30T12:08:49+00:00 30 novembre|Articoli|0 Commenti

About the Author:

Gianpaolo Usai
Gianpaolo Usai è Educatore Alimentare, ha conseguito il Diploma di Nutritional Cooking Consultant presso il College of Naturopathic Medicine di Padova, studia presso l’Accademia del Fitness Wellness Antiaging (AFFWA) del Dott. Massimo Spattini di Parma, dove ha già conseguito la certificazione di Antiaging Advisor e di Dieta COM® Advisor nel 2015. Si occupa dello sviluppo di progetti di educazione alimentare in tutta Italia ed è autore di testi di riferimento sulla spesa consapevole quali Inganno Alimentare (2015) e Cibo Serio (2016).

Scrivi un commento

Facebook
Instagram