Quando in una confezione di latte leggiamo la seguente dicitura:
 
👉 “Paese di mungitura: latte di Paesi UE”
 
Questo significa che il latte non è italiano. Può arrivare dalla Francia, dalla Romania, da Ungheria e Repubblica Ceca.
 
La seconda dicitura invece “Paese di condizionamento: Italia” significa che il latte viene confezionato in Italia
 
In Puglia ad esempio, nel porto di Taranto, si sono verificate vere e proprie invasioni di latte straniero. A denunciarlo è la Coldiretti Taranto. http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/home/977614/coldiretti-taranto-mercato-invaso-da-latte-estero.html
 
Ecco in quali prodotti va a finire questo latte straniero (vedi foto di questo articolo)
 
Perché le aziende del latte italiane comprano il latte dall’estero?
La risposta implica evidentemente logiche di costi di approvvigionamento e di profitto; ovvero, perché quello estero viene prodotto ad un minor costo e (ma probabilmente con standard di qualità inferiori a quelli italiani, anche). E i consumatori italiani? Sono costretti a subire questo sistema, a meno che non inizino a interessarsi ad una spesa più consapevole, dove prima di acquistare si ricercano e si valutano la qualità e la provenienza del cibo.
 
Vuoi un servizio di informazione alimentare accurata sui prodotti e alimenti che acquisti ogni giorno? Il Servizio FOOD SHOP ASSISTANT https://ciboserio.it/food-shop-assistant/ di Cibo Serio offre al consumatore informazione costante sui prodotti di qualità presenti in commercio e su quelli di bassa qualità da evitare!
Segui il Blog di Cibo Serio: https://ciboserio.it/blog/