Negli ultimi giorni in tutta Italia abbiamo assistito a disastri climatici, frane, inondazioni violente, smottamenti di terra e crolli di strade che implodono su se stesse per la violenza dell’acqua che sottoterra trascina via tutto quel che trova lungo il proprio cammino.

Si dice che il clima sia ormai impazzito, e che sia tutta colpa della Natura che non segue leggi di alcun genere ma che col suo moto colpisce a caso e scarica tutto il proprio impeto in maniera dirompente. Ma sarà proprio così? E’ tutta colpa della natura? L’uomo e il suo agire non c’entrano niente in tutto questo processo?

I climatologi mondiali, le organizzazioni politiche ed economiche continuano a ripetere imperterriti che l’inquinamento planetario e l’industrializzazione non sono le cause degli sconvolgimenti climatici, se non in minima parte. Che il disboscamento a fini di urbanizzazione e la cementificazione non hanno a che vedere con il danno all’Ambiente, che lo sfruttamento continuo del sottosuolo e le pratiche di Agricoltura convenzionale siano la strada giusta per la “crescita” economica e che le energie rinnovabili (green economy) non sono affatto la soluzione ai problemi dell’Ambiente e dell’economia mondiale.

Ovviamente, qualsiasi persona di buon senso e riflessiva sa che tutto quello che ci stanno raccontando è una folle e volontaria menzogna. Che gli equilibri naturale delle terre, dei boschi, del sottosuolo, dei mari e dei cieli sono ciò che garantisce il migliore habitat per l’umanità e per ridurre al minimo gli eventi climatici avversi e violenti.

Ma vogliamo lasciarvi alla visione di questo breve video, di una semplicità disarmante, che spiega meglio di tante parole come la deforestazione e lo sfruttamento del sottosuolo siano la vera causa di tutti i disastri naturali a cui spesso assistiamo.

La deforestazione è garanzia assoluta di avere delle inondazioni!

Guardate questo video !!

 

La déforestation, c'est la garantie d'avoir des inondations

La déforestation, c'est la garantie d'avoir des inondations

Gepostet von Terre de Demain am Sonntag, 7. Oktober 2018