Proposto da sempre nella pubblicità come una merenda sana. Lo spot in TV dice:

“Kinder Cereali non nasconde niente. E’ come lo vedi, cioccolato davanti e cereali dietro”

Ascolta lo spot TV qui: https://www.youtube.com/watch?v=BJIUzRlK1xw

Si, certo, sarebbe bello!

Peccato che in realtà nasconde che il 50% del prodotto circa è ZUCCHERO e che i cereali sono solo il 7,5% del prodotto 🤣🤣🤣👍👍

Ingredienti: cioccolato finissimo al latte 33,5%, zucchero, latte scremato in polvere, olio di palma, burro anidro, orzo, riso, frumento, farro, emulsionanti: lecitine (soia), grano saraceno, vanillina.

Osservando bene l’etichetta e la tabella nutrizionale

In ogni snack da 23,5 g, quasi sempre venduto in confezioni da 6 o 10 pezzi, ci sono ben 11,5 g di zucchero, ovvero 2,3 zollette da 5 g (vedi foto). Oltre al 49% di zucchero la barretta contiene troppi grassi saturi (21,9%) per via dell’olio di palma utilizzato, e per questo motivo l’etichetta a semaforo Nutri-Score penalizza lo snack  Ferrero assegnando al Kinder cereali il colore rosso. Anche la presenza di 14 ingredienti lo rende un prodotto da classificare nel gruppo degli alimenti ultra processati.

L’OMS raccomanda da anni di mangiare meno zuccheri

Durante la giornata si dovrebbe fare attenzione agli zuccheri aggiunti che assumiamo. Per abbassare i rischi di patologie croniche l’OMS suggerisce di non superare il 10% delle calorie giornaliere ricavate da zuccheri semplici aggiunti. Spesso non ci rendiamo conto di quanto gli snack di piccole dimensioni siano zuccherati. C’è poi un’ altra considerazione da fare, si tratta di cibi poco sazianti e confezionati in multipack per cui ai ragazzi viene quasi naturale consumarne più di uno, andando così ad incrementare la quantità di zuccheri assunti. Quindi, come sempre, occhio alle etichette.

FONTE: Il Fatto Alimentare

Evita per sempre inganni alimentari con Food Shop Assistant


Food Shop Assistant