Un consumo frequente di pesce è associato a minori problemi di sonno e a punteggi di Quoziente Intellettivo più alti nei bambini in età scolare (9-12 anni)

Poiché gli acidi grassi omega-3 sono noti per svolgere un ruolo fondamentale nella crescita e nel funzionamento del tessuto nervoso e del cervello, i loro effetti sugli esiti cognitivi sono di particolare interesse. L’assunzione di pesce nella dieta materna o l’integrazione di olio di pesce durante la gravidanza, ad esempio, è associata a migliori esiti dello sviluppo neurologico in neonati e bambini piccoli, tra cui:

– le abilità linguistiche e visivo-motorie a 6 e 18 mesi,
– la coordinazione occhio-mano a 2 anni e mezzo
– il quoziente intellettivo (QI) all’età 4 anni.

L’assunzione di acidi grassi a base di pesce e omega-3 è anche associata a migliori prestazioni cognitive e accademiche negli adolescenti e riduzione del declino cognitivo e demenza in età avanzata

Tutto questo cosa significa? Di lasciare perdere le diete vegane e anche quelle vegetariane troppo rigide…la migliore dieta al mondo è quella onnivora dove si mangiano anche i cibi e i derivati animali nel giusto modo e nelle corrette quantità

Riferimento scientifico: https://www.nature.com/articles/s41598-017-17520-w
Gli Omega-3 aiutano il benessere psichico

Gli Omega-3 che fanno bene al cervello (e alla vista) sono soprattutto quelli contenuti nel pesce (EPA e DHA), in alcuni tipi di alghe marine, e in misura molto inferiore anche quelli contenuti nelle noci, nei semi di lino e nella frutta secca in generale.

ovviamente, anche gli integratori di omega-3 a base di olio di pesce o di olio di Krill (piccoli gamberetti marini) hanno la stessa efficacia e potenza degli omega-3 assunti attraverso una dieta ricca di pesce. Se acquistate uova di galline che razzolano veramente sui prati, e carni di animali allevati al pascolo, anche in questo caso potete contare su una discreta quota di acidi grassi omega-3 di ottima fattura, gli stessi che servono per comporre appunto le membrane cellulari dei neuroni del cervello, dell’occhio, e di tutte le altre cellule del corpo umano.