La convinzione, nell’immaginario comune, è che la grande marca, la grande azienda o multinazionale, rispetto al piccolo produttore o alla azienda che opera nel mercato locale e nel mondo del biologico, faccia dei prodotti migliori, più affidabili, più di qualità, più sicuri e controllati.

In realtà, in campo alimentare e in fatto di cibo avviene quasi sempre il contrario!

Le grandi industrie alimentari non puntano ad offrire un prodotto di grande qualità, onesto, senza inganni, con materie prime eccellenti. Parliamo ovviamente del settore alimentare, un settore dove i beni sono per il consumo di massa, non certo ci riferiamo quindi a beni di lusso come possono essere le auto di ottima qualità e di grandi marchi come per esempio Porsche, Ferrari, Maserati ecc., dove il discorso della qualità è esattamente al contrario, ovvero la grande marca produce un prodotto di altissima qualità.

Di solito il cibo delle multinazionali è omologato (da intendersi come cibo industriale, prodotto in serie, standardizzato). Al contrario, i piccoli produttori producono cibo identitario, cioè che ha una sua precisa carta di identità, perchè ci dicono da dove viene, che materie prime sono state impiegate e in che modo è stato preparato il prodotto. Tutto questo ha un grandissimo valore per noi consumatori, è questo che serve per il futuro: un cibo più onesto, con più qualità e di conseguenza anche più sano.

Guardate i due prodotti in foto, uno è onesto, solido, leale: quello che promette nel nome è quello che realmente ti dà. Polenta integrale, stop. E’ il prodotto alla destra dell’immagine. Inoltre è ottimo perchè fatto con farina di mais BIOLOGICO e ITALIANO

L’altro prodotto, della grande marca, è sleale e di bassa qualità: promette una polenta integrale ma in realtà usa farina di mais raffinata con aggiunte di crusca, inoltre da dove arriva questo mais? Non si sa, non viene dichiarato, e si sa invece che il mais è una delle coltivazioni più intensive a livello mondiale, quasi sempre OGM come produzione, pertanto può sorgere anche il legittimo dubbio che questo mais sia estero e OGM, non è un fatto raro che le grandi multinazionali usino le materie prime più intensive, anzi è la loro prassi comune, anche perchè sono quelle che hanno i costi più bassi sul mercato. Ma perchè queste grandi marche del food fanno sempre prodotti alimentari scadenti? I motivi per cui le grandi aziende alimentari scelgono di produrre prodotti di medio-bassa qualità e puntare sugli elevati volumi di vendite sono diversi e non li approfondiamo in questo post, ma ci riserviamo di farlo in altra sede e con un corso apposito sul tema.

Tornando però al nostro esempio dei due prodotti in foto, a prima vista uno potrebbe pensare però che il prodotto di destra, di migliore qualità e biologico, costi molto di più di quello della grande marca che troviamo in tutti i supermercati. Ebbene, invece no! Con grande sorpresa per molti di voi lettori, costa di più quello non biologico e di qualità inferiore.

Infatti:

– polenta Baule Volante 2,15 euro confezione da 500 g
(prezzo al chilo: 4,30 euro)

– polenta Valsugana 1,95 euro confezione da 330 g
(prezzo al chilo: 5,85 euro)

Perchè costa di più il prodotto convenzionale?

Questo era solo uno dei tanti esempi comparativi che si possono fare tra cibi biologici e convenzionali. Perchè il prodotto bio costa di meno? Essenzialmente perchè come abbiamo detto pocanzi si tratta di un prodotto più “onesto”, nel senso che le aziende dedite alla produzione del vero cibo investono tutto nella qualità e nella fidelizzazione del cliente attraverso di essa, non investono molto in pubblicità e spot televisivi, come invece fanno di solito le aziende della Grande Distribuzione per catturare l’attenzione dei consumatori! E infatti nell’esempio appena presentato vedrete in TV lo spot della Polenta Valsugana, ma non quello della polenta Baule Volante! Ecco perchè la prima costa anche di più, perchè ci sono i costi pubblicitari che vengono fatti pagare al cliente, costi che vengono spalmati sul prezzo unitario delle confezioni. La grande marca appunto, quella ce la fanno pagare anche quando la qualità è nettamente scadente!

Con il Servizio FOOD SHOP ASSISTANT di Cibo Serio, abbiamo lo scopo di individuare, selezionare, recensire e poi consigliare al consumatore tutti i prodotti di migliore qualità presenti in commercio.


Ci vediamo Venerdì prossimo per un nuovo consiglio di spesa e di alimentazione sana.
Se non vuoi attendere, accedi per primo a tutti i contenuti in maniera esclusiva con Food Shop Assistant: https://ciboserio.it/food-shop-assistant/
Con Food Shop Assistant avrai tutti gli alimenti catalogati per categoria che trovi al supermercato, analizzati per farti mangiare meglio, spendendo meno.
LINK: https://ciboserio.it/food-shop-assistant/
Oppure, scarica l’ebook “Cibo Serio” per imparare in maniera completa come trovare, acquistare e apprezzare il cibo di qualità: https://ciboserio.it/ebook/
Buona spesa consapevole