Prodotti pronti impanati ingannevoli: cotolette 100% pollo

Cotolette croccanti agli spinaci, con 100% petto di pollo, recita in grande la confezione sul lato frontale!

Peccato che poi, a ben vedere ( sul retro), di petto di pollo ce ne sia soltanto il 45% nella confezione, e il resto del prodotto sia composto in prevalenza di:

  • – farina di frumento
  • – acqua
  • – olio vegetale di colza ( il peggiore assieme a quello di palma )
  • – farina di mais
  • – amido di frumento
  • – amido di mais
  • – farina di riso
  • – destrosio

Per chi conosce questi ingredienti, sa bene che sono il peggio che si possa mettere dentro un prodotto alimentare, dal momento che si tratta di farine iperglicemiche raffinate (farina di frumento, mais, riso), che fanno alzare la glicemia molto rapidamente, di amidi, altrettanto deleteri per l’effetto sulla glicemia e sull’insulina (amido di frumento, amido di mais)! Eppoi c’è anche un pò di zucchero e di olio, che aggiustano ancora meglio il tutto.

Gli additivi trasformano l’alimento in un preparato a base di carboidrati e grassi!

Tutti questi additivi sono estranei a qualsiasi cotoletta di pollo e spinaci che si rispetti, ovviamente, ma ne migliorano il sapore, riempiono il prodotto (che contiene solo il 45% di pollo) e rendono cremoso il boccone! L’alimento finisce per avere più carboidrati di proteine, sebbene dovrebbe essere una cotoletta di pollo, da come viene venduto e confezionato (18g di carboidrati e solamente 13g di proteine, in parte provenienti anche dalle farine aggiunte). E totalizza anche 13 grammi di grassi su 100g di prodotto! Quindi in sostanza questi ingredienti riescono a “incastrare” il consumatore e lo “prendono per il palato”, di modo che ritorni a comperare sempre questo prodotto gustosissimo. E la salute? E l’alimentazione sana? Beh, non viene presa in grande considerazione con questo prodotto, semplicemente.

Si gioca sulle parole

Questa dicitura “100% petto di pollo” credo giochi sul fatto che nella confezione non sono presenti carni separate meccanicamente, che come sapete sono gli scarti della carcassa animale che vengono poi tritate e schiacciate in delle presse meccaniche. Quindi, il consumatore che legge “100% petto di pollo”, secondo voi cosa pensa di istinto? Che la confezione non ha carni separate meccanicamente oppure che il prodotto è al 100% pollo?

Il libro Inganno Alimentare offre molte informazioni sul cibo industriale e può aiutarti a fare una spesa più sana e consapevole! https://ciboserio.it/prodotto/inganno-alimentare/

By | 2019-04-26T18:47:55+00:00 26 aprile|Articoli, Inganni alimentari|0 Commenti

About the Author:

Gianpaolo Usai
Gianpaolo Usai è Educatore Alimentare, ha conseguito il Diploma di Nutritional Cooking Consultant presso il College of Naturopathic Medicine di Padova, studia presso l’Accademia del Fitness Wellness Antiaging (AFFWA) del Dott. Massimo Spattini di Parma, dove ha già conseguito la certificazione di Antiaging Advisor e di Dieta COM® Advisor nel 2015. Si occupa dello sviluppo di progetti di educazione alimentare in tutta Italia ed è autore di testi di riferimento sulla spesa consapevole quali Inganno Alimentare (2015) e Cibo Serio (2016).

Scrivi un commento

Facebook
Instagram