Sono arrivate le prime mele della stagione, quelle di varietà estiva, in particolare della famiglia Gala. Le rosse e succose Royal Gala sono le prime mele che la famiglia Zecchin raccoglie ogni anno in quel di Gavello, a due passi da Rovigo, nella loro azienda agricola agrituristica La Galassa, a conduzione completamente familiare e con un approccio di massimo rispetto dell’ambiente che per loro costituisce un credo intoccabile da sempre.

Inizia quindi la vera e propria campagna delle mele 2020, si parte con le Gala e poi a Settembre arriveranno le Golden, poi le Fuji, poi le Modì e infine le Pink lady (queste ultime due vendibili solo attraverso dei punti vendita autorizzati dai rispettivi consorzi, non nel punto vendita aziendale Galassa). Tutte di produzione della famiglia Zecchin.

Varietà estive di mele: il gruppo Gala

Il gruppo Gala ha origine da una varietà proveniente dalla Nuova Zelanda. Mediamente tali piante di mele si caratterizzano per una buona vigoria, per una rapida entrata in produzione e per un’elevata produttività. Va prestata particolare attenzione alla potatura e al diradamento in funzione dell’ottenimento di una buona pezzatura dei frutti. La qualità dei frutti è solitamente elevata con una polpa dalla buona consistenza, croccante, succosa, dolce e con elevata serbevolezza. La buccia si presenta da prevalentemente striata a prevalentemente uniforme a seconda dei cloni che hanno assunto nel tempo colorazioni sempre più intense partendo da un colore rosso-aranciato. Sostanzialmente sono mele da consumo fresco. La raccolta avviene mediamente nel corso del mese di agosto e si effettua solitamente in modo scalare in due/tre fasi.

L’importanza della mela e della sua buccia

La mela, in particolare quella rossa, è considerata un farmaco naturale, senza effetti collaterali. I suoi numerosi benefici sono dati, principalmente, dalla presenza di fibre come la pectina e gli oligosaccaridi, eppoi flavonoidi e polifenoli, dalle proprietà antiossidanti. Numerosi sono i benefici della mela per la nostra salute; le sue caratteristiche, infatti, la rendono un alimento adatto per ogni dieta equilibrata e anche nell’immunonutrizione.

Il vecchio adagio “una mela al giorno toglie il medico di torno” è stato ampiamente confermato e validato dalla ricerca medico-scientifica degli ultimi decenni. Se non vi fidate dei detti antichi dei vostri nonni e antenati, sappiate che esistono due importanti studi che confermano i pregi di questo frutto in termini di salute.

La prima ricerca è degli anni Duemila ed è stata pubblicata sulla rivista medica Annals of Oncology con il titolo Does an apple a day keep the oncologist away? Un team di ricercatori italiani ha analizzato i dati provenienti da studi caso-controllo condotti tra il 1991 e il 2002 in Italia. Uno studio caso-controllo è utilizzato per identificare i fattori che possono contribuire ad una condizione medica, confrontando soggetti con una certa malattia con un gruppo simile ma privo della patologia. In questo caso si voleva indagare il rapporto tra consumo di mele e cancro è i risultati hanno riscontrato un’associazione inversa coerente tra le mele e il rischio di vari tipi di cancro. Secondo i ricercatori, infatti, molti tumori del tratto digerente in Italia sarebbero associati ad un basso consumo di frutta e verdura.

Infine, lo studio A statin a day keeps the doctor away: comparative proverb assessment modelling study, pubblicato dall’Università di Oxford nel 2013, ha constatato come il consumo giornaliero di mele potrebbe prevenire e contrastare circa 8500 decessi nel Regno Unito, legati a malattie cardiovascolari nelle persone dai 50 anni in su.

Un risultato paragonabile all’uso delle statine, ma certamente con un maggior contributo nutrizionale e senza effetti collaterali.

E’ importante mangiarle con la buccia

Come molti altri frutti anche le mele andrebbero mangiate con la buccia perché è proprio nella parte più esterna di esse che si racchiudono i nutrienti principali. Naturalmente per poter fare questo è preferibile acquistare mele da agricoltura biologica o da aziende che la producono con il metodo della lotta integrata (come fa la famiglia Zecchin appunto) in modo da evitare di assumere insieme alle sostanze benefiche anche pericolosi pesticidi. Quando questo non è possibile, però, si può almeno in parte risolvere il problema dei pesticidi lavando le mele molto bene con il bicarbonato di sodio. 

Nella immagine: la raccolta delle mele Royal Gala alla fattoria Galassa della famiglia Zecchin (Rovigo)

La mela è uno spuntino sano e con la buccia lo diventa ancor di più per diversi motivi:

  1. La buccia contiene la maggior parte delle fibre, fondamentali per il benessere e la regolarità del nostro intestino e dei batteri che lo abitano, i quali costituiscono l’esercito più importante di cui è costituito il sistema immunitario. Una mela mangiata con la buccia contiene in media 4,5 grammi di fibra, senza invece solo 2 grammi.
  2. La buccia contiene anche la maggior parte delle vitamine. Una mela con la buccia contiene in media 8,4 milligrammi di Vitamina C e 98 Unità Internazionali (unità di misura della quantità di una sostanza, basata sul suo effetto ovvero sulla sua attività biologica) di vitamina A. Senza, invece, queste vitamine scendono rispettivamente a 6 milligrammi e a 61 UI.
  3. La buccia delle mele contiene Quercetina, una sostanza antiossidante dalle molte proprietà: allevia i problemi respiratori, protegge la memoria e dagli ultimi studi sembra essere in grado di combattere i danni ai tessuti cerebrali che nel tempo possono portare a sviluppare Alzheimer o altre malattie degenerative.
  4. Nella buccia delle mele sono contenute delle sostanze considerate antitumorali. Si tratta dei triterpenoidi che secondo uno studio del 2007 condotto dalla Cornell University inibiscono o uccidono le cellule tumorali in colture di laboratorio” soprattutto quelle che si sviluppano in fegato, colon e seno.
  5. Via ai chili di troppo. La buccia della mela contiene acido ursolico, composto importante per tenere a bada il peso corporeo. Sembra infatti che questa sostanza sia in grado di aumentare il grasso bruno considerato un “grasso buono” perché permette di bruciare più calorie, riducendo così il rischio obesità.

Sembra proprio vero, quindi, che una mela al giorno (con la buccia) toglie il medico di torno.

Come acquistare le mele della Fattoria Galassa

Per acquistare queste splendide mele, potete farlo recandovi direttamente al punto vendita aziendale in località Gavello (Rovigo) in via Guccia, 12.

Pagina Facebook della Fattoria Galassa: https://www.facebook.com/LaGalassa/

Le mele sono acquistabili anche presso Macelleria Pit Stop di Crespino (Rovigo)