Il cacao in polvere è uno straordinario e prezioso alimento, che dovremmo cercare di inserire spesso nella nostra dieta in quanto del tutto salutare. Davvero? Si, perché il cacao contiene più antiossidanti del vino rosso e del tè verde, aiuta a mantenerci giovani e protegge la salute cardiovascolare e la salute del cervello, questo è stato dimostrato da numerosi studi scientifici. Il cacao è ricco di triptofano, che viene considerato un buon antidepressivo, fa produrre infatti al corpo la serotonina, un neurotrasmettitore noto anche come ormone del buonumore. Il cacao secondo moltissimi studi è in grado di abbassare la pressione sanguigna, di normalizzare i livelli di colesterolo, glicemia e infiammazione corporea. E molto altro ancora.

I benefici sono nel cacao amaro

Ma tutto ciò è vero quando parliamo di cacao puro non zuccherato (e di cioccolato fondente ad alta percentuale di cacao, dall’80% in su fino al 100% di cacao), non è valido invece purtroppo se assumiamo un po’ di cacao mischiato con tanto zucchero (come avviene ad esempio con prodotti come Nesquik e simili…), pertanto quando compriamo questo prezioso alimento al supermercato bisogna fare attenzione a mettere nel carrello la versione naturale, quella giusta che ci fa bene per la salute.

Il cacao in polvere è ricco di proteine e fibre

E’ importante segnalare anche che il cacao in polvere è ricchissimo di proteine (19-23 g di proteine su 100g di prodotto) e anche di fibre (oltre 20 grammi di fibra su 100g di prodotto!!).

Il prodotto presentato in foto stasera è il cacao in polvere della COOP (la Coop produce anche un altro tipo di cacao in polvere, col marchio Solidal da commercio equo-solidale, preferibile da acquistare per un discorso di minore impatto ambientale e perché viene prodotto certificando l’assenza di sfruttamento del lavoro minorile), ma come potete osservare dalle immagini la Coop offre sugli scaffali 2 prodotti diversi anche se apparentemente simili. Nella versione zuccherato, abbiamo lo zucchero aggiunto in enormi quantità, pari a 64 grammi su 100g, quindi abbiamo ben 13 cucchiaini di zucchero ogni 100g di prodotto, infatti nella lista ingredienti lo zucchero balza al primo posto se guardiamo l’etichetta della versione zuccherata. Mentre nella versione di cacao puro naturale i carboidrati sono 0,4g su 100g, una bella differenza. rispetto ai 64 grammi o ai 75 grammi del Nesquik. E di conseguenza, come potete vedere, restano solo pochi grammi di fibre e di proteine, rispetto al cacao puro senza zucchero.

Questo prodotto ci insegna ancora una volta l’importanza di analizzare bene le etichette prima di procedere all’acquisto. In questo caso, possiamo mettere sul carrello un super-alimento come il cacao amaro oppure un ammasso di zucchero con qualche grammo di cacao, nella versione zuccherata. Abituiamoci dunque a vedere le versioni “zuccherate” dei prodotti come qualcosa di pericoloso, non di innocuo e magari già pronto all’uso come potrebbe sembrare da alcune diciture del tipo “già zuccherato” e simili. Leggiamo la lista ingredienti e la tabella nutrizionale, onde evitare anche di dare ai nostri bambini tanto zucchero non necessario in aggiunta a quello che già ricevono ogni giorno da una alimentazione purtroppo molto industriale e basata in prevalenza su carboidrati raffinati e zuccheri.

Questa doppia versione (zuccherata e amara), la potete ritrovare con molte altre marche, ad esempio la Perugina.

🔵✅ SCOPRI SUBITO TUTTI I CIBI DI QUALITA’ CONSIGLIATI DA CIBO SERIO nel corso completo di Educazione alimentare e spesa consapevole Food Shop Assistant
👉👉 FOOD SHOP ASSISTANT
Seguici nei Social
Facebook
Website
Email
Instagram