I cipollotti sono i bulbi immaturi delle cipolle che, già in questo loro primo stadio di vita, racchiudono numerose proprietà benefiche per l’organismo. I cipollotti sono presenti tutto l’anno coltivati in serre, ma la stagione naturale per trovarli freschi è l’inizio della primavera.

Hanno una consistenza più morbida delle cipolle e generalmente un aroma più delicato. Si dividono in due categorie: bianchi e rossi. Se la consistenza tra le due varietà non cambia, il sapore tra un cipollotto rosso e uno bianco cambia notevolmente: la qualità rossa è infinitamente più tenue come aroma rispetto alla bianca – che ha aroma più pungente – e spesso ha un retrogusto dolciastro.

I cipollotti in cucina 

Vanno ben puliti, togliendo la barba e le parti più esterne.
L’ideale è consumarli crudi: in insalata o aggiunti a fine cottura nelle zuppe di legumi, come la pasta e fagioli della tradizione napoletana. Se li trovate troppo forti, affettateli e lasciateli a bagno con un po’ di aceto rosso, il sapore sarà attenuato! Ottimi anche cotti: grigliati, gratinati, in vellutata, come fondo di cottura o abbinati con fantasia ad altri ingredienti. Si può utilizzare anche la parte verde, che arricchisce di sapore frittate o sughi.
Quelli bianchi, dal sapore più acre, sono ideali per pinzimoni, cotti alla griglia o per accompagnare pesci dal sapore più deciso, come sgombri, alici e tonno.
Quelli rossi sono ottimi cucinati in agrodolce (fateli rosolare per pochi minuti in un filo di olio, aggiungete  un pizzico di sale e poi due cucchiaini di zucchero di canna. Bagnate con due cucchiai di Aceto balsamico di Modena, mettete il coperchio e fate cuocere per circa 30 minuti; aggiungete un poco di acqua se necessario).

I cipollotti e la salute 

I cipollotti sono ricchi di sodio, potassio, calcio, fosforo. Le loro proprietà benefiche sono numerose: sono diuretici, decongestionanti e depurativi. Sono utili per la salute del cuore e del sistema circolatorio: i composti solforati agiscono sulla concentrazione di colesterolo nel sangue e sull’elasticità vascolare, e lo zolfo agisce come antibatterico (soprattutto delle vie urinarie) e per il buon funzionamento del cuore. Come tutti gli ortaggi della famiglia degli allium, hanno proprietà antitumorali. Sono consigliati a chi soffre di digestione lenta. Inoltre sono ipocalorici e pertanto consigliati nelle diete per il controllo del peso.

Il rinnovamento del sangue e dei liquidi organici promosso dai cipollotti e dalle cipolle (e il ringiovanimento cellulare che ne consegue) hanno un effetto benefico in caso di artrite e artrosi. E’ particolarmente consigliato ai diabetici – tutti i cipollotti e le cipolle contribuiscono infatti a controllare la glicemia – e assicura salute e longevità alle persone anziane. Riporta alla normalità il tasso di colesterolo e la viscosità del sangue (lo fluidifica). Va mangiato preferibilmente crudo nelle insalate, o anche cotto. La cottura deve essere leggera, non aggressiva. L’ideale è la cottura a vapore, la stufatura in padella con acqua, la cottura al forno a basse temperature per tempi più prolungati.

FONTE: adattamento di Gianpaolo Usai da www.ilgolosario.it

Segui il Blog di Cibo Serio: https://ciboserio.it/blog/

Seguici sulla Pagina Facebook: https://www.facebook.com/ciboserio/

Prova il nostro servizio di punta: il corso di educazione alimentare e spesa consapevole FOOD SHOP ASSISTANT: https://ciboserio.it/food-shop-assistant/