Zucchero aggiunto, di sicuro, ma non solo!

Ecco cosa contiene il cappuccino della macchinetta sul posto di lavoro, in biblioteca, in ospedale, negli uffici pubblici, nelle scuole, ovunque siano presenti distributori automatici di bevande per la pausa caffè…la ricetta è sempre la stessa!

In pratica, si tratta di acqua, zucchero, sciroppo di glucosio, un pò di latte in polvere (della migliore qualità in commercio come potete immaginare…!) e poi una serie di additivi e aromi come i mono e digliceridi degli acidi grassi, la farina di semi di Guar, diossido di silicio (E551)

Per chi non ne fosse ancora consapevole, queste sostanze danneggiano in maniera profonda la flora batterica alterandola, quindi immaginate l’effetto della assunzione ripetuta una o più volte al giorno di questi prodotti, per mesi e anche anni…

Sembrano sciocchezze lo sappiamo, molti faranno spallucce, ma ogni volta che beviamo queste cose il nostro intestino si trova ad ospitare una lotta tra bene e male, e gli studi scientifici parlano molto chiaro su come e quanto queste sostanze danneggiano la nostra salute.

Ora qualcuno dirà: eh ma che volete trovare la qualità alimentare anche nei distributori automatici? Ebbene si, vorremmo trovare la qualità alimentare e la protezione e prevenzione della salute in ogni alimento o bevanda che lo Stato mette a disposizione dei cittadini, è forse un reato chiedere di avere solo bevande sane o cibi preparati con cura? Lo Stato dovrebbe penalizzare i produttori di queste bevande semmai, disciplinando in maniera diversa la fruizione di queste bevande. Chi obietta in questo modo è la stessa persona che ha come mentalità di base “eh ma che vuoi che sia una merendina e un pò di zucchero per merenda ai bambini…” oppure “eh ma che male vuoi che faccia bere un succo di frutta a colazione”

Ecco, sono proprio tutte queste piccole cose ad assaltare in silenzio ogni giorno la salute delle persone, passando inosservate, ne siamo consapevoli. Ma l’effetto cumulativo giornaliero nelle persone che ogni giorno bevono queste cose è tanto potente quanto sottostimato. Proprio dall’eliminare queste “piccole” cose si dovrebbe invece partire per riprogrammare il proprio modo di alimentarsi – dato che a fine anno sono litri e litri di porcheria immagazzinata nel corpo –

Una fetta di dolce ogni tanto fa invece di sicuro meno male di bere ogni giorno questa roba!

SEGUI LE NOSTRE PAGINE DI INFORMAZIONE SUL CIBO:

– Pagina Facebook di CIBO SERIO

https://www.facebook.com/ciboserio/

– Gruppo Facebook INGANNO ALIMENTARE

 https://www.facebook.com/groups/614699648563567/