Diciamo la verità: i latticini scremati (light) non soddisfano, non appagano, non placano il senso di fame, ci spingono solo a mangiare di più in quanto sono deficitari di molti nutrienti, che il corpo poi reclama per forza di cose stimolando nuovamente gli ormoni dell’appetito nei pasti successivi.
Nei latticini scremati (dove cioè è stato tolto il grasso del latte) di norma avviene questo: la perdita di tutte le vitamine preziose del latte, inclusa la vitamina D che serve proprio per far assorbire all’organismo il calcio e il fosforo, utili per mantenere ossa sane, e l’aggiunta di ingredienti vari per rendere cremoso il prodotto (addensanti, emulsionanti,), l’aggiunta di zuccheri per sopperire al gusto del grasso del latte che viene eliminato!
Le vitamine che si perdono con i latticini light sono le seguenti: vitamina A, vitamina D, vitamina E, vitamina K. La beffa maggiore consiste poi nel fatto che i grassi nel latte sono pochi, pochissimi, ed eliminarli non ha senso in un’ottica di contenimento delle calorie o di dimagrimento. Nel latte abbiamo circa 3,5 grammi di grasso su 100 ml di prodotto, cosa ben diversa dai 20-30 grammi di grassi che abbiamo se mangiamo invece formaggi come la mozzarella o gorgonzola. Non serve dunque rinunciare a così pochi grammi di grasso, è utile invece ridurre l’apporto dei grassi se siete dei consumatori seriali di formaggi!
Per un bicchiere di latte o uno yogurt al giorno i più attenti nutrizionisti consigliano di usare la versione a latte intero, non quella scremata o ZERO GRASSI: guardate per esempio i seguenti video della dottoressa Debora Rasio, medico nutrizionista presso Università La Sapienza di Roma
  1. https://www.facebook.com/watch/?v=2169140939999260

  2. https://www.raiplay.it/video/2018/11/Il-latte–e7679291-4e03-410b-8634-d42871499c4e.html

I grassi del latte e dello yogurt sono indispensabili: servono per assorbire il calcio!
I latticini non sono tutti uguali
Non tutti i latticini disponibili in commercio comunque sono salutari, esistono infatti grandi differenze tra tutti i vari prodotti, e il valore nutrizionale di un latticino può essere molto differente da quello di un altro latticino: il latte per esempio non è la stessa cosa dello yogurt, tra gli yogurt ci sono quelli buoni e quelli che sono equivalenti al cibo spazzatura, la ricotta non è la stessa cosa dei formaggi, il burro può essere di qualità oppure un condensato di residui chimici tossici come i pesticidi e così via…
La pubblicità in TV e gli spot delle aziende produttrici di yogurt e formaggi fanno credere che tutti i latticini siano sani e indispensabili per la salute delle ossa e per la crescita dei bambini, per un intestino sano e così via… ma molti di questi slogan sono ingannevoli e mirano solo ad aumentare le vendite. L’industria del latte e dei latticini investe miliardi in pubblicità ingannevoli e l’unico modo che abbiamo per difenderci e acquistare solo i latticini davvero sani è quello di informarsi bene prima di acquistare.

Evita per sempre gli inganni alimentari con Food Shop Assistant, il corso di Educazione Alimentare e spesa sana di Cibo Serio!


Food Shop Assistant